info@marcons.it
+39 06 70490030
Login
Marcons > News > Approfondimenti > La digitalizzazione delle esportazioni: vantaggi e criticità

La digitalizzazione delle esportazioni: vantaggi e criticità

Postato da: Banca Simone Popolare
Categoria: Approfondimenti

Nel mercato contemporaneo e in particolare nell’export internazionale è difficile non parlare di digitalizzazione. Ma che cos’è e quali vantaggi comporta?

Che cos’è la digitalizzazione?

La digitalizzazione è la trasformazione di tutti i processi operativi di un’azienda in funzione dell’era digitale in cui ci troviamo.

Si tratta di utilizzare i file anziché i fogli di carta o le cartelle invece dei faldoni? Anche, ma non è solo questo.

Digitalizzare la propria azienda richiede innanzitutto un cambio di mentalità, prima, e di riorganizzazione aziendale, poi.

Innanzitutto bisogna comprendere che è difficile restare competitivi nel nostro mondo globalizzato se non si è presenti online. E una volta compreso questo, bisogna agire in direzione di una trasformazione della strategia aziendale e dei processi produttivi, valutando le opportunità che ci offre la tecnologia per ottimizzare le performance.

Parliamo ad esempio dei software gestionali, degli archivi digitali o delle piattaforme online: strumenti che mirano a conservare le informazioni e a comunicarle nel modo più veloce ed efficiente possibile.

Per non rimanere fagocitate dalla globalizzazione galoppante, sono le piccole e medie aziende (PMI) che dovrebbero digitalizzarsi per prime, sfruttando magari una consulenza mirata.

 

E la digitalizzazione delle esportazioni?

Come è possibile intuire, la digitalizzazione delle esportazioni è il processo di digitalizzazione adattato all’export. In Italia, in questo momento storico si sta spingendo molto per internazionalizzare le aziende, a cominciare da quelle medio-piccole. Lo scopo è quello di rimanere competitive rispetto al momento di crisi finanziaria che stiamo vivendo e che la pandemia ha in qualche modo acuito.

Eppure, la pandemia ha anche incentivato la digitalizzazione, non tanto come soluzione a delle problematiche di tipo economico ma soprattutto come opportunità per mantenere la propria presenza sul mercato nonostante la crisi e le chiusure obbligate.

 

Le criticità della digitalizzazione

Sebbene sia un processo molto positivo per l’economia di tutte le aziende, la digitalizzazione presenta anche delle criticità. La più significativa è forse quella riguardante la questione del ‘regolamento del prezzo‘, ovvero quella inerente alla domanda: come avvengono i pagamenti delle vendite o degli acquisti?

Per aiutarci a rispondere approfondendo l’argomento, lasciamo intervenire il prof. Alfonso Santilli: massimo esperto di commercio internazionale, che sul tema della digitalizzazione delle esportazioni terrà prossimamente un seminario online.

Per le operazioni BTC (Business To Consumer) il problema non esiste in quanto la quasi totalità delle piattaforme basano i pagamenti su carte di pagamento (di norma carte di credito) con il beneficio dei pagatori delle Norme di Legge a tutela dei consumatori, ormai patrimonio di quasi tutti i Paesi del mondo; pochissime piattaforme ammettono il pagamento alla consegna (in fase di dismissione totale).

Un altro elemento importantissimo e grande fattore di successo del commercio on line è stata la grande intuizione avuta prima di tutti dal portale Amazon che come linea di principio, in caso di reclamo, immediatamente riaccredita colui che ha pagato (per la verità crea però un data base dal quale controlla il comportamento di tali Soggetti al fine di individuare eventuali abusi) ed attiva la procedura di “reso” del prodotto quasi sempre gratuita per il compratore insoddisfatto.

 Questo comportamento chiaramente ha creato, nell’immaginario collettivo, una tranquillità ed una “fidelizzazione” per alcune di queste piattaforme, facendo partire un onda positiva di adattamento anche da parte delle altre che si sono o si avvicinano a queste politiche di “problem solving” nei confronti dell’acquirente.

Per le operazioni BTB (Business To Business) purtroppo, riteniamo che la strada sia ancora lunga in quanto non tutte le transazioni potranno essere regolate in “Open account”, intendendo per questo tipo di regolamento il pagamento “libero” senza condizioni, che se

  1. anticipato rispetto alla consegna della merce mette il Venditore in una posizione di assoluta tranquillità; cosa diversa sarà la posizione del Compratore che paga prima di aver ricevuto la merce;
  2. posticipato, le posizioni si invertono, vedendo il Compratore nella posizione dominante in quanto paga solo dopo aver ricevuto la merce ed il Venditore resta “a rischio” per tutto il tempo;

Non dobbiamo dimenticare poi, che queste operazioni possono riferirsi anche ad importi rilevanti o rilevantissimi.

Quali sono le conclusioni rispetto a questo discorso?

Purtroppo non sono molto positive. Nonostante da molti anni, infatti, si cerchi il modo di ricondurre al mondo digitale i sistemi di regolamento tradizionali (come ad esempio la lettera di credito), ad oggi questo è ancora oggetto di studio.

 

I vantaggi della digitalizzazione delle esportazioni

A discapito delle problematiche elencate, soprattutto riguardo al tema del regolamento del prezzo, la digitalizzazione delle esportazioni presenta numerosi e significativi vantaggi. Elenchiamo i principali qui di seguito.

1. Tempestività

La digitalizzazione e l’uso delle piattaforme digitali permettono di rispondere in modo tempestivo ai complessi problemi legati al commercio internazionale.

2. Ottimizzazione delle procedure commerciali

I processi di digitalizzazione ottimizzano le movimentazioni e le procedure commerciali nelle operazioni di esportazione e di importazione, cessioni o acquisti.

3. Ottimizzazione dei processi interni

La digitalizzazione permette facilmente di conoscere la teoria e la pratica del commercio internazionale, condividendo le risorse e ottimizzando le procedure.

4. Aggiornamento continuo

Una buona consulenza che si avvale di strumenti digitali consente alle imprese di essere aggiornate in merito ai nuovi documenti richiesti e alle prassi operative.

5. Generazione di valore

I documenti digitali certificano l’origine dei prodotti venduti favorendo il made in Italy e generando quindi valore per le aziende produttrici.

6. Aumento delle opportunità

Le PMI possono attingere a una gamma più ampia di acquirenti e fornitori internazionali, arginando eventuali problematiche interne.

7. Inclusività nell’accesso alle risorse e alle informazioni

La digitalizzazione porta a una maggiore diffusione delle risorse e delle informazioni, dunque una maggior partecipazione all’economia digitale e alla condivisione dei suoi benefici anche nei paesi in via di sviluppo.

 

Un seminario online sulla digitalizzazione nel commercio internazionale

Come abbiamo accennato nei paragrafi precedenti, il prof. Alfonso Santilli terrà – il 22 e 24 febbraio 2022 – un webinar sulla digitalizzazione delle operazioni di commercio internazionale, con particolare attenzione alle regole URDTT (Uniform Rules for Digital Trade Finance).

Il seminario inaugura il piano formativo annuale di Marcons Srl, azienda che da sempre offre questo tipo di servizi per soddisfare le diverse esigenze dei professionisti e delle aziende che operano nei settori Estero Merci, Antiriciclaggio, Sistemi di pagamento, Finanza Internazionale, Area Legale e Compliance.

Gli interessati possono contattare Marcons per avere maggiori informazioni sul seminario, e non solo.